Le 25 abitudini che ti renderanno uno studente super… Parte 3

Concludiamo con la terza parte dell’articolo sulle buone e/o strane abitudini degli studenti più bravi… che puoi acquisire anche tu, per vedere tanti inevitabili miglioramenti.
Scegline almeno UNA e… portala avanti per 21 giorni consecutivi. Vedrai che l’abitudine si radicherà  e potrai concentrarti su un’altra.
Aspetto i tuoi commenti o le tue testimonianze in merito, ovviamente!

Link agli altri articoli della serie: Parte 1Parte 2


 17)  Usano gli esami, i test, le prove precedenti…

…perchè i professori non sono una razza che spicca per inventiva, creatività e tempo da dedicare a creare prove diverse ogni volta… E infatti le prove degli anni precedenti, o di classi parallele, sono sempre più simili a quelle che devono affrontare di quanto si possa credere. I testi degli esami e delle verifiche già sostenuti, scritti ed orali, sono una miniera d’oro… a volte in maniera letterale, perchè c’è anche chi crea dei piccoli micro-business sugli appunti e sugli esami già sostenuti; ma soprattutto perchè i tipi di problemi da risolvere e le abilità richieste saranno più o meno gli stessi anche a distanza di anni o di decine di chilometri. Meglio non sottovalutarlo mai. Chiedere direttamente agli insegnanti, poi, non costa nulla e anzi può rivelarsi la strada più semplice per avere le prove passate. Hai mai provato?

18) Si preparano le proprie guide personali allo studio….

… perchè sono sicuramente più tagliate su di sè rispetto a quelle dell’insegnante. E perchè il creare qualcosa ti rende in grado di padroneggiarlo meglio del semplice usare qualcosa di fatto da altri. Lavorare sui tuoi appunti, se li prendi bene, è meglio che lavorare sugli appunti degli altri. E la fatica che farai per organizzarli bene sarà la vera arma segreta per imparare tutto e bene, con poco sforzo.

19) Usano il quaderno e la carta….

… perchè tablet e notebook sono comodi, ma fanno rimanere le informazioni più “virtuali” di quello che scrivi con carta e penna. La ritenzione di qualcosa scritto a mano, con inchiostro e biro, è sempre superiore a quello scritto con i polpastrelli su una tastiera.
L’ideale è prendere nota delle informazioni “grezze” con la super-velocità che permette un tablet…. e poi organizzarle con carta, penna e matite colorate, mettendoci la propria riflessione, analisi e capacità di sintesi, in una bella mappa mentale.
Se non c’è tempo di fare il doppio lavoro… sempre meglio carta e penna. E lo dice un appassionato di informatica!

25AbitudiniStudentiSuper_PrendereAppunti

20) Usano il principio di Pareto, quello dell’ 80/20….

…ovvero sanno distinguere esattamente cosa vale la pena imparare e cosa no. Saper identificare il 20% importante (spesso meno) di ogni lezione, o articolo, o intero corso, permette di risparmiare l’80% del tempo; senza contare che su quel 20% sarà basato l’80% dell’esame finale! Concentrarsi sull’identificare questo 20% e sul padroneggiarlo bene è il migliore investimento di tempo possibile. Oltre a sviluppare senso critico, capacità di discernimento ed intelligenza, che non guasta.

21) Non si lamentano MAI…

…perchè sanno che se qualcosa non va, possono sempre ignorarlo o cambiarlo. Lamentarsi non porta a nulla, MAI, anzi risucchia tempo, energie ed energie mentali a parlarne o anche solo a pensarne. Ci sono sempre alternative e c’è sempre la possibilità di migliorare qualcosa di scarsa qualità. Lamentarsi semplicemente non è una opzione disponibile. “Chi si lamenta, ha torto!”.

22) Imparano facendo…

…perchè ogni argomento tecnico può facilmente diventare un laboratorio, o una esperienza pratica da svolgere in prima persona. La conoscenza-e-basta non è mai alla pari della conoscenza applicata: fare una cosa una volta spesso è meglio che studiarla e ripeterla mnemonicamente dieci volte. E affrontando situazioni reali si incontrano più problemi e più errori, che sono il motivo principale di un vero e solido apprendimento. “Learning by doing”, come si dice. L’importante è che non rimangano solo parole!

23) Si prendono la responsabilità della propria educazione….

…perchè sanno che nessun altro è responsabile quanto loro ed interessato quanto loro ad avere una educazione solida, ampia ed approfondita. Aspettare che sia il professore a ricordarti di fare i compiti, fare sempre il minimo numero possibile di esercizi, prendere appunti in classe solo se sollecitati, non approfondire nessuno dei tanti spunti che possono uscire anche da una lezione normale… sono tutti segnali che se continui così la tua educazione sarà solo una lunga SOFFERENZA, invece che una delle più grandi GIOIE dell’intera vita! Una volontà inarrestabile di imparare rende tutto semplice e tutto alla propria portata, con sufficiente tempo. Non avere tale volontà renderà tutto difficile e molto, molto, MOLTO più faticoso. Garantito.

24) Non smettono mai di migliorare il proprio metodo di studio….

….perchè sanno che tutto quello che si impara oggi diventa obsoleto così velocemente da rendere le scuole inutili, se ci si concentrasse solo sulle NOZIONI. Lavorando invece sul METODO, si diventa in grado di studiare sempre di più, in sempre meno tempo. Si può SEMPRE leggere più velocemente, memorizzare di più in meno tempo, prendere appunti in modo più efficace, esporre meglio i contenuti imparati, migliorare l’organizzazione del proprio tempo… E sappi che se non stai volontariamente migliorando il tuo metodo di studio, molto probabilmente esso sta peggiorando, senza che tu te ne accorga. Terribile, vero?

25) Cercano un modello da imitare e lo seguono fedelmente…

…perchè come una volta si andava dall’artigiano per imparare il mestiere nel migliore dei modi, così anche oggi si può migliorare il “mestiere” dell’imparare imitando qualcuno più bravo.
Quali sono quindi i segnali per capire se una persona è un bravo studente e vale la pena seguire i suoi consigli??
Beh… potrebbe essere l’argomento di un post futuro, non trovi?…

Dunque… cosa rimane da fare, ora che hai ben 25 idee o abitudini valide per migliorare il tuo metodo di studio?
Scegline una che ti ispira davvero… ed inizia!


Se ti è piaciuto questo articolo, ricordati di condividerlo sui social media con i pulsanti sottostanti, per favore… Il blog vive grazie al TUO contributo.
E se vuoi condividere le tue idee in merito al contenuto e alle varie provocazioni sparse qua e là… non hai che da lasciare il tuo commento, che è sempre molto gradito! Grazie!

Link agli altri articoli della serie: Parte 1Parte 2

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Comments 1

  1. Pingback: Le 25 abitudini che ti renderanno uno studente super… Parte 2 | Sito personale di Luca Chiesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *