Il migliore film mai realizzato su Dislessia e DSA – “Stelle sulla terra” – Versione integrale

Il film che tutti i NON DISLESSICI (genitori, docenti, studenti) dovrebbero vedere, per capire cosa prova chi ha la DISLESSIA o uno degli altri disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). Un capolavoro!

Cercando in rete mi è capitato di trovare un piccolo gioiello che ogni docente, genitore e studente dovrebbe vedere al più presto.
Si tratta della versione completa del film “Stelle sulla terra“, che tratta in modo mirabile il tema della dislessia e dei DSA, cioè Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Tutti i docenti e i genitori dovrebbero approfondire questo argomento così importante e mi riprometto di farlo al più presto grazie al materiale tratto da un convegno nazionale sull’argomento (interessantissimo!) a cui ho partecipato da poco.

In italiano, su Youtube, era presente una versione ridotta e di bassa qualità. Fino ad oggi!

Grazie al lavoro di Ivan Batz (che ringrazio infinitamente per il capolavoro che ha reso disponibile in versione “migliorata”) possiamo vederne ora la versione integrale, quasi tutta in italiano e coi sottotitoli nelle parti in inglese che mancavano. Si tratta di quasi 30 minuti in più rispetto a quello che il pubblico italiano ha MAI visto!

Per i sottotitoli delle scene in inglese, se non si attivnao soli, è sufficiente farlo cliccando sull’apposita icona nel player di Youtube, sulla destra.
Essendo presente materiale coperto da copyright, non mi è stato possibile disattivare la pubblicità che compare all’inizio; fortunatamente basta “chiuderla” cliccando sulla “X”…

Buona visione!
E non piangere troppo!… 🙂

Se dopo la visione del film ti va di aggiungere un commento, è molto, molto gradito! Grazie!

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Comments 2

  1. è un capolavoro… l’unica cosa che penso sia non tanto congeniale con il tema trattato è una eccessiva piagnucolosità.
    straordinaria la chiarezza con cui è esposta la sequenza del recupero.

  2. A me non è piaciuto per niente. Lo trovo proprio controproducente. Da una parte fa la tirata contro la società competitiva, dall’altra reintroduce la copetizione nel modo più subdolo possibile. Me ne avevano parlato benissimo in India, ma sono rimasta veramente delusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *