Convegno “Medicina fra scientismo ed eresia”: Luca Chiesi e i 7 livelli della medicina

Domenica 13 novembre 2016, a Treviso,  ho avuto l’onore di partecipare come relatore al convegno “Medicina fra scientismo ed eresia”, organizzato da SalusBellatrix, cioè Francesca Salvador e tutti gli incredibili volontari di questa associazione che da parecchi anni, con la regolarità di un orologio svizzero, ogni 13 del mese offrono alla comunità (e alla Rete, grazie alle registrazioni) conferenze o convegni su argomenti spesso controcorrente, ma sempre molto interessanti.

La sera precedente ho avuto modo di parlare con calma anche con Eleonora Brigliadori, persona deliziosa, con una conoscenza sterminata dell’antroposofia di Rudolf Steiner, una volontà indomabile e una sensibilità fuori dal comune.

La campagna mediatica che ha utilizzato e utilizza le peggiori nefandezze e soprattutto bugie per farla apparire ben diversa da ciò che è rappresenta un segnale evidente di un sistema che è ormai in fase terminale, perchè ormai contagiato dalla pazzia, dalla malvagità, dall’arroganza più sfrenata.

Sistema che coinvolge parecchie persone, tanto che il convegno ha rischiato due volte di essere annullato nel corso del mese precedente, a causa di fortissime pressioni sugli organizzatori e persino sul centro convegni che in origine doveva ospitarlo, ma che (nonostante il contratto firmato) ha deciso di non rispettare l’impegno preso, probabilmente perchè è molto spesso sede di …prestigiosi convegni organizzati dalle case farmaceutiche sui loro meravigliosi “devil’s bulletts”, come li chiamava Ohsawa.

Mi ero già divertito a creare un video (con oltre 120.000 visualizzazioni!) con i suoi interventi da Costanzo per far capire meglio ciò che aveva voluto dire… ebbene… ho una sorpresa anche su questo, ma la tengo per un prossimo articolo, perchè merita… 🙂

Al di là di ciò che è stato detto dai vari relatori, ritengo importante che un convegno simile sia statto fatto.  E si sia svolto senza problemi, anche grazie alle Forze dell’Ordine che sono state presenti fin dall’inizio per evitare che ci fossero sorprese poco gradite (tanto per dire, la sera prima due figuri delle “Iene” sono stati beccati nell’hotel con telecamere miniaturizzate e microfoni nascosti…).

E’ importante che sia stato fatto, dicevo, soprattutto in un periodo in cui è attiva una campagna mediatica senza precedenti non solo contro certe idee o conoscenze, ma direttamente contro tutti quei dottori e tutte quelle numerose persone comuni che non ci stanno più ad accettare passivamente i diktat assurdi di Ordini dei Medici (!?), Ministeri della Sanità (!!?) e Organizzazioni Mondiali della Salute (!!!?).

Quando si arriva a questi livelli, cioè di voler letteralmente sopprimere chi dice cose non gradite e di iniziare a farlo con la violenza (che assume varie forme, come ho illustrato nell’intervento, come la violenza fisica ma anche la Legge), è segno che si è quasi arrivati alla fine di una strada senza ritorno, imboccata molto tempo prima.
Le ultime notizie dall’Emilia Romagna, con TSO a base di vaccini per tutti i bambini sotto i 3 anni se i genitori vogliono portarli all’asilo nido, sono solo un piccolo esempio di questa follia.
Ma avremo modo di riparlarne. Garantito.


Ecco l’apertura del convegno, tenuta dal prof. Ivano Spano (Segretario Generale Università Internazionale dell’ONU sede Europea, Università di Padova, Studioso Senior, Epistemologo della Medicina, Psicanalista didatta e supervisore, già responsabile della Scuola di specializzazione in Medicine complementari dell’Université Européen Jean Monnet di Bruxelles, Coordinatore della Società di Medicina Psicosomatica – Padova. Collaboratore dell’Istituto Riza di Medicina Psicosomatica. Autore di oltre 70 volumi scientifici), che mi ha colpito molto per l’ampiezza della sua visione e la sua profonda conoscenza dell’epistemologia della medicina:

Ed ecco la registrazione del mio ben più modesto intervento (circa 45 minuti)…

…con relative slides:

Intervento Luca Chiesi al Convegno “Medicina fra Scientismo ed Eresia” – Treviso 13 Novembre 2016 by LucaChiesi on Scribd

Partendo dai …viaggi di Gulliver, ho cercato di mostrare un modo a mio parere molto interessante, per non dire illuminante, di osservare e giudicare la realtà, ovvero quello secondo lo sviluppo in 7 tappe del giudizio, secondo Georges Ohsawa.

Tutto ciò che ha una evoluzione segue questo sviluppo, secondo la filosofia d’Estremo Oriente; pertanto, dopo aver fatto alcuni esempi con argomenti di personale e diretto interesse per ciascuno di noi (il nostro modo di alimentarci, la nostra professione, il nostro modo di amare, ecc.) ho provato a fare lo stesso con …la medicina, per vedere come fare per “classificare” lo sviluppo delle tante, tantissime scuole di medicina differenti, per poter avere davvero una libertà di scelta terapeutica.

Perchè senza conoscenza non c’è libertà di scelta.

Alla fine ho messo (giusto un attimo…) in discussione la logica “statica” su cui sono fondate le scienze attuali, visto che esiste una logica “dinamica” (e universale) secondo la quale la parola “incurabile” non esiste, se non in rarissimi casi. Anche le sue applicazioni alla scienza “occidentale” esistono già, sono solo da rispolverare un po’ e… aggiornare!

Sono felice di essere riuscito a dire esattamente quello che volevo dire, attingendo a piene mani agli insegnamenti scritti e orali di Ohsawa e distanziandomi MOLTO dai miei precedenti interventi in pubblico, che erano basati soprattutto sulle trasmutazioni degli elementi.

Qui ho cercato di allargare ancora di più il “campo da gioco”, visto che la scienza (medica occidentale, in particolare) è evidentemente arrivata al capolinea da molti anni ed è oramai necessario adottare una nuova logica (motivo per cui la traduzione del testo di Jacques Mittler su Ohsawa sta procedendo a pieno ritmo, per fortuna!).
Serve infatti uno strumento più efficace per giudicare la realtà e prendere decisioni più responsabili e consapevoli, in tutti gli ambiti della nostra vita e in quella dei nostri cari.

Spero tu non sia tra quelli che vogliono solo sentire parlare di alimenti particolari, o tecniche strane per guarire dalla malattia X, o di cure alternative per la malattia Y, o di impacchi speciali per la malattia Z, perchè non troverai molto su questi argomenti, nel mio intervento. Guarire fisicamente dalla malattia, infatti, una volta risolto il problema principale diventa inevitabile.

Sai qual è il problema principale, vero?

Ti ringrazio per qualunque commento, suggerimento o critica vorrai farmi avere, preferibilmente anche tramite il form qui sul mio sito (http://lucachiesi.com/contattami/), così non ne perdo nemmeno uno!

E se l’argomento è stato di tuo interesse, ti sarò grato se vorrai condividerlo. Grazie! Ciao!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Comments 4

  1. gent.mo Luca
    ti ho scoperto ieri sera e sono rimasto molto interessato delle cose che hai detto alla conferenza (a Vittorio Veneto) dello stesso tema del titolo del libro che ho immediatamente ordinato in libreria. ho altresì richiesto le 20 pag. riassuntive che nel frattempo inizio a leggere.
    mi interessa moltissimo la trasmutazione a debole energia, la cui consapevolezza applicata credo produca un risparmio energetico che andrà a tutto vantaggio di quanto creo (mi interesso di arte ludica dove s’impara qualcosa di se stessi mentre si crea) e scopro sulla natura, madre sempre prospera.
    grazie

    1. Grazie Enrico per il feed-back. In libreria non lo trovi più, se ti interessa qualche copia puoi ordinarle tramite il mio sito lastrutturanascostadelmondo.com
      Sulle trasmutazioni c’è MOLTO da dire e le implicazioni sono notevoli in tutti i campi. Dopo la lettura del libro o della sintesi magari ci risentiamo. ok? Grazie, ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *