Autismo e timerosal – la correlazione è nota da 15 anni?

In questo periodo i mass media tradizionali e la Rete intera, perlomeno in Italia, sono sul piede di guerra per il discorso “vaccinazioni”: esperti su esperti si avvicendano in particolare per dimostrare l’infondatezza scientifica della correlazione tra alcuni tipi di vaccini e l’autismo. E se avessero ragione e contemporaneamente (e drammaticamente) torto?

Il video che segue offre un punto di vista molto interessante su questa questione. Nessuno dovrebbe guardarlo con sufficienza, partendo da pregiudizi in un senso o nell’altro.

Scienziati del governo statunitense, avendo letto il rapporto noto come “Simpsonwood Memo” in cui veniva evidenziata oltre ogni ragionevole dubbio la correlazione tra autismo e assunzione di timerosal (presente anche nel normale vaccino per l’influenza consigliato anche ad anziani e bambini), affermarono in sostanza:

  1. “Non ci sarà alcun modo di negare questo”
  2. “Io non darò questi vaccini ai miei figli”
  3. “Però ora nascondiamo il tutto alla popolazione americana”

Scoprire poi l’evoluzione dello studio a cui facevano riferimento tali scienziati è altrettanto significativo, perchè mostra come sia semplice, alterando alcuni parametri, far dire ai numeri solo ciò che si vuole che essi dicano, anche a scapito della salute pubblica o del principio di precauzione.

Quale fatto mi colpisce di più, dopo la visione di questo video di Massimo Mazzucco?
Che il CDC americano, cioè l’ente per il controllo delle malattie, invece di dare l’allarme (“Primum non nocere” dicevano i latini) ha chiesto di mantenere il segreto; e quando dopo circa 3 anni è ricomparso un altro studio che evidenziava la correlazione autismo – timerosal, ha fatto distuggere fisicamente le copie di tale studio.

“Il numero di diagnosi di tipo autistico dovute alle inoculazioni è lineare ed è statisticamente significativo. Possiamo girarci intorno finchè vogliamo, ma sono lineari. Sono statisticamente significative”.

In sintesi è quindi vero che non ci sono prove, ma non è vero che non c’è la correlazione?


Trace AmountsPer approfondimenti in lingua inglese, senz’altro si dovrebbe vedere anche il documentario consigliato all’interno del video, ovvero “Trace Amounts”, uscito nel 2015 e noleggiabile o acquistabile dal sito ufficiale. Chi usa un qualche client per la rete torrent può sicuramente farsi una idea prima dell’acquisto, che ritengo valga assolutamente la pena.

Per chi vuole andare oltre, un po’ di “Domande e risposte” con il regista,  Eric Gladen:

e anche con Robert F. Kennedy Jr., che ha il grande merito di aver riportato all’attenzione pubblica la questione del “SimpsonWood Memo”:

Sotto ai video su Youtube ci sono molti commenti con ulteriori link interessanti. La questione è davvero delicata e merita tutta la tua attenzione, non credi?


Se hai apprezzato le informazioni che hai trovato in questo post, per favore condividilo sui social media o per email tramite le icone sottostanti. Grazie!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *